Legalizzazione, l’esempio del Portogallo
20 gennaio 2017 – 17:57 | Nessun commento

Se il termine “legalizzare” significa regolamentare, controllare e vigilare, allora, sono pienamente d’accordo sulla legalizzazione delle droghe leggere. Ad onor del vero, sono stato e sono tuttora favorevole ad un’azione volta a rendere legale, sotto il controllo diretto dello Stato, la vendita e la coltivazione della cannabis e dei suoi derivati per scopi terapeutici. Il concetto di legalizzazione che intendo io, implica una “libertà condizionata” nella produzione e nella vendita delle sostanze leggere e non di certo la nascita… Read more

Leggi l'articolo completo »
Società

immersione esistenziale del tessuto del sociale

Politica

Dagli alti ideali ai bui sottoscala del Parlamento. Spaccato sulla sfera Politica di una Italia in declino

Scuola e Università

Vita tra le mura d’Ateneo: l’orizzonte universitario

Cultura

Arte, Musica, Letteratura. Dalle Humanae Litterae, il pane dell’Anima

Informazione

Dalla televisione alla carta stampata. Le mille sfumature del giornalismo.

Lolita: sessant’anni tra arte e tabù
5 gennaio 2016 – 18:33 | Nessun commento
Lolita: sessant’anni tra arte e tabù

Nel 1955 un’importante casa editrice erotica di Parigi, la Olympia Press, pubblicò per la prima volta Lolita, romanzo in lingua inglese del grande scrittore russo Vladimir Nabokov, in precedenza rifiutato da molte case editrici per la trama troppo esplicita e la tematica molto delicata e scomoda che richiamava la pedofilia e l’incesto. Negli anni successivi, il romanzo scandaloso venne pubblicato in America e in altri Paesi del mondo e divenne presto un bestseller letterario, nonostante i problemi di censura che non lo abbandonarono mai…. Read more

Il peso della Storia: Mein Kampf torna in libreria
4 gennaio 2016 – 16:59 | Nessun commento
Il peso della Storia: Mein Kampf torna in libreria

Novantatré anni fa Hitler tentava di salire al potere con la forza e vedeva miseramente fallire il suo colpo di Stato a Monaco. Novantadue anni fa veniva arrestato e condotto nella prigione di Landsberg am Lech, dove dava forma di trattato alla lucidissima riflessione sulla propria vita e sul proprio credo: Mein Kampf, la mia battaglia. Una delle voci più determinate e potenti del primo Novecento. La mia battaglia, che originariamente avrebbe dovuto prendere il titolo di Quattro anni e mezzo di lotta contro menzogna, stupidità e… Read more

Mark Zuckerberg: papà filantropo o evasore fiscale?
22 dicembre 2015 – 20:47 | Nessun commento
Mark Zuckerberg: papà filantropo o evasore fiscale?

Era il 2 dicembre scorso quando il papà di Facebook, Mark Zuckerberg, in occasione della nascita della sua vera figlia Max, promise insieme a sua moglie Priscilla Chan che avrebbe donato il 99% del proprio patrimonio, l’equivalente di 45 miliardi di dollari. La risposta della rete è stata quasi commovente: per alcuni giorni in molti hanno persino creduto che il giovane miliardario fosse stato capace di un grandissimo gesto di filantropismo disinteressato. La realtà però non ci ha messo molto a venire a galla. A scoprire le carte di papà… Read more

Gustav Klimt: un requiem dorato
17 dicembre 2015 – 18:14 | Nessun commento
Gustav Klimt: un requiem dorato

Si chiama “Jahrhundertwende”, la “svolta del secolo”, quel breve giro di anni a cavallo fra XIX e XX secolo che, nel cuore dell’Europa, crea, o meglio, distrugge le colonne portanti di un Mondo di Ieri irrimediabilmente sfaldato. La rovina di uno splendido palazzo dorato che ancora a lungo rimarrà nell’immaginario come termine ideale di paragone, che ancora a lungo cercherà di non farsi sommergere aggrappandosi alle forme taglienti e ornamentali dell’Art Noveau. Iconizzato e celebrato negli anni a venire, fino nel… Read more

ISLAM, un confine va tracciato. Ma dove?
26 novembre 2015 – 17:58 | Nessun commento
ISLAM, un confine va tracciato. Ma dove?

Come sempre capita, nell’era dell’informazione, grandi tragedie scatenano grandi dibattiti. Centinaia di migliaia di parole vengono scritte, dette, urlate, twittate, sussurrate. Troppo poco spesso, tuttavia, esse vengono soppesate e centellinate, riflesse e pensate, come l’intelletto e il rispetto richiederebbero. E così si crea quel brusio, il chiacchiericcio di fondo che crea sulle cose uno strato superficiale, una patina che impedisce di analizzarle a fondo. Penso risulti chiaro a chiunque legga che ci si riferisce ai tragici eventi… Read more

La spietatezza della Natura: Annientamento
24 novembre 2015 – 17:50 | Nessun commento
La spietatezza della Natura: Annientamento

Il panorama fantascientifico internazionale dà il benvenuto ad un nuovo fenomeno letterario che porta la firma di Jeff VanderMeer, autore statunitense quasi del tutto sconosciuto in Italia fino a quest’anno, quando Einaudi ha finalmente deciso di tradurre e pubblicare il primo romanzo della sua già annunciata Trilogia dell’Area X (Southern Reach Trilogy), Annientamento, che ha già conquistato gli appassionati di fantascienza e non passa inosservato nemmeno tra lettori di tutt’altro genere, grazie a una scrittura intelligente e alla trama… Read more

La Grande Favola del Bene e del Male
20 novembre 2015 – 18:14 | Nessun commento
La Grande Favola del Bene e del Male

Viviamo tempi oscuri. Ovunque ci si volti, non vi è altro che distruzione e morte. Accendendo la televisione, su ogni canale troviamo servizi crudi, con immagini dolorose, e concitate voci fuori campo. Per strada, la gente si guarda intorno, scruta il vicino seduto di fianco a loro in metro. Tiene stretta la propria borsa, e tira un sospiro di sollievo arrivata a casa. Le camionette dell’esercito, con armi spianate, stazionano in ogni dove. I capi di Stato, invitano a muoversi per una nuova guerra su ampia scala. Proprio per questo, oggi… Read more

Mafia Capitale: le stelle di Mori
16 novembre 2015 – 18:12 | Nessun commento
Mafia Capitale: le stelle di Mori

Il 5 novembre 2015 si è aperto a Roma il dibattimento del processo a mafia Capitale, a undici mesi dall’arresto di Massimo Carminati e dei suoi uomini. Nei salotti –più o meno- intellettuali è ancora aperto il dibattito in merito alla corretta definizione di questo sistema di corruzione, minacce, affari e tangenti. Come se chiamarla “mafia” o in qualsiasi altro modo, facesse alcuna differenza; come se, a distanza di trent’anni dal maxi-processo di Palermo del 1986, ancora ci spaventasse parlare ad alta voce di mafia. Certo è, che… Read more

Bevendo un tè con i morti: la luminosa danza macabra di Candiani
13 novembre 2015 – 19:30 | Nessun commento
Bevendo un tè con i morti: la luminosa danza macabra di Candiani

Lievi le mani della poesia Intorno alla morte Lievi. E la poesia di Candiani è tutta una questione di leggerezza, nei suoi versi brevi o brevissimi, lasciati a fluttuare al centro della pagina bianca. Leggera nella spensieratezza con cui avvicina la presenza della morte. E ci si approccia, con la delicatezza di un bambino, senza tristezza, senza rimpianti, perché ai suoi occhi non c’è nessuna fine, nessun buco nero, nessun tabù inaccessibile e tremendo.  La morte per Candiani è piuttosto una porta spalancata, o una finestra, da… Read more

Draghi in Cattolica: una fastosa apertura dell’anno accademico
10 novembre 2015 – 18:44 | Nessun commento
Draghi in Cattolica: una fastosa apertura dell’anno accademico

L’inaugurazione dell’anno accademico è un momento fondamentale nella vita di ogni università; si traccia un bilancio complessivo degli obiettivi raggiunti nell’anno appena concluso e si pianificano le migliorie in programma per quello a venire. Quest’anno l’Università Cattolica ha deciso di fregiarsi della presenza di un illustre ospite per iniziare al meglio; il 5 novembre, infatti, il Presidente della Banca Centrale Europa, il Professor Mario Draghi, ha tenuto la sua prolusione subito dopo quella del Rettore Franco Anelli e del… Read more

L’Adalgisa: il dissacrante Olimpo milanese di Gadda
4 novembre 2015 – 18:05 | Nessun commento
L’Adalgisa: il dissacrante Olimpo milanese di Gadda

Pubblicato per la prima volta nel 1944 presso Le Monnier, L’Adalgisa subisce la sorte di buona parte della produzione gaddiana: rimaneggiata, rivista, ripubblicata, modificata nel numero e nel contenuto dei racconti (che in alcuni casi sono arrivati persino a essere opere autonome). Ma da scritti abbarbicati nella loro intimità come La Cognizione del Dolore o al contrario esondanti come Quer Pasticciaccio, la raccolta di “disegni milanesi” si distacca profondamente. Non tanto per la lingua, sempre altalenante fra le vette e gli abissi… Read more

La strage degli innocenti: Grass, Böll e la parte sbagliata della barricata
29 ottobre 2015 – 18:14 | Nessun commento
La strage degli innocenti: Grass, Böll e la parte sbagliata della barricata

Polonia, 1959. Oskar Matzerath, nano trentenne rinchiuso in un ospedale psichiatrico, ripercorre la propria vita a ritmo dell’inseparabile tamburo di latta, cominciando dal mirabolante concepimento della madre sotto le odorose gonne della nonna casciuba.Germania, 1962. Hans Schnier, rampollo di una famiglia milionaria abbandonata anni prima per dedicarsi alla recitazione, torna al suo hotel dopo l’ennesima esibizione fallimentare. Un incidente al ginocchio e la depressione incipiente hanno ormai stroncato la sua carriera, ma preferirà… Read more

POUR L’AMOUR DE BRASSAÏ: la favola di Parigi in mostra a Genova
26 ottobre 2015 – 20:42 | Nessun commento
POUR L’AMOUR DE BRASSAÏ: la favola di Parigi in mostra a Genova

Ancora per tre mesi (fino al 24 gennaio), Genova spalanca il suo cuore pulsante di enormi arterie e viottoli nervosi all’incanto francese di uno dei grandi maestri del Novecento: nel sottoporticato di Palazzo Ducale va in mostra la Parigi di Brassaï. Una Parigi, più che raffigurata, sognata, immaginata, raccontata come una favola. Se l’autore sceglie come mezzo di espressione privilegiato (ma non esclusivo) la fotografia, con cui tanti artisti che l’hanno preceduto o hanno affiancato il suo percorso (visibili nella contemporanea… Read more

Talk Show: il sano dibattito e i suoi nemici
22 ottobre 2015 – 17:17 | Nessun commento
Talk Show: il sano dibattito e i suoi nemici

Se leggessi su qualche giornale che l’Italia ha bisogno di dibattito, penserei che l’autore dell’articolo è pazzo, oppure masochista. I talk-show, letteralmente «spettacoli di chiacchiere», riempiono ormai il palinsesto di tutti i canali televisivi, propinando dibattiti confezionati, sui più svariati temi, a tutte le ore del giorno; le leggi in Parlamento restano ferme per mesi, a volte anni, sottoposte a infinite discussioni che durano così a lungo da renderne spesso obsoleto il tema centrale; fatti di cronaca di ogni specie… Read more