Legalizzazione, l’esempio del Portogallo
20 gennaio 2017 – 17:57 | Nessun commento

Se il termine “legalizzare” significa regolamentare, controllare e vigilare, allora, sono pienamente d’accordo sulla legalizzazione delle droghe leggere. Ad onor del vero, sono stato e sono tuttora favorevole ad un’azione volta a rendere legale, sotto il controllo diretto dello Stato, la vendita e la coltivazione della cannabis e dei suoi derivati per scopi terapeutici. Il concetto di legalizzazione che intendo io, implica una “libertà condizionata” nella produzione e nella vendita delle sostanze leggere e non di certo la nascita… Read more

Leggi l'articolo completo »
Società

immersione esistenziale del tessuto del sociale

Politica

Dagli alti ideali ai bui sottoscala del Parlamento. Spaccato sulla sfera Politica di una Italia in declino

Scuola e Università

Vita tra le mura d’Ateneo: l’orizzonte universitario

Cultura

Arte, Musica, Letteratura. Dalle Humanae Litterae, il pane dell’Anima

Informazione

Dalla televisione alla carta stampata. Le mille sfumature del giornalismo.

Home » Archivio per tag

Articoli contrassegnati dal tag: elezioni europee 2014

Panoramica europea: la sconfitta del rigore e del purismo
5 giugno 2014 – 16:34 | Un commento
Panoramica europea: la sconfitta del rigore e del purismo

Il Parlamento europeo uscito dalle elezioni svoltesi la scorsa settimana riflette le tensioni e i malumori dei cittadini dell’Unione, ma anche le diverse prospettive degli elettori nei confronti dell’Europa unita. Le elezioni sono state vinte dal Partito Popolare Europeo (PPE), secondo classificato il Partito Socialista Europeo (PSE), che ha mantenuto sostanzialmente lo stesso numero di parlamentari. A questi due schieramenti seguono il partito centrista Alleanza dei Democratici Liberali (ALDE), i Verdi, la Sinistra Unitaria Europea e… Read more

Euroscettici, è caccia aperta alle coalizioni
4 giugno 2014 – 12:02 | 2 commenti
Euroscettici, è caccia aperta alle coalizioni

Piuttosto che curare l’acidità di stomaco, forse il leader pentastellato avrebbe fatto meglio a bere una tazza di camomilla durante la campagna elettorale. Le sue aspettative di fare il colpaccio alle urne sono crollate domenica notte, quando un PD in overdose da vitamina C ha doppiato il gruppo dei #vinciamonoi che, dopo questa bastonata, sembrano marinai alle prime armi senza bussola né stelle (e un goccetto di rhum di troppo). Ma le elezioni del parlamento europeo hanno riservato una buona serie di colpi di scena su tutti i fronti…. Read more

Europee 2014, tirando le somme…
3 giugno 2014 – 14:00 | Un commento
Europee 2014, tirando le somme…

Cosa succede in casa Forza Italia? Quello che è certo è che uno smacco del genere Silvio Berlusconi non l’ aveva mai subito: circa 25 punti di distacco  dal Partito Democratico non costituiscono un distacco, ma un abisso. Quale sia lo stato d’animo di Silvio in questo momento “lo sa Iddio”; perché adesso sembra che sia davvero finita, o comunque stia per finire. E’ mai possibile che lui, abituato ad essere un vincente, abbandoni il campo in questo modo? Eppure il futuro è alquanto incerto, perché l’età comincia davvero a… Read more

Francia, la vittoria del Front National allarma l’Europa
27 maggio 2014 – 15:37 | Un commento
Francia, la vittoria del Front National allarma l’Europa

Il risultato delle elezioni europee in Francia è stato definito, a ragione, un “terremoto”: un francese su 4 ha votato per il Front National (26%), che ha ottenuto così 24 seggi al Parlamento Europeo, lasciando ai minimi storici il partito socialista di Francois Hollande. Il confronto con il 2009 è d’obbligo, quando il FN aveva guadagnato soli 4 seggi. Cosa è cambiato da allora? La crisi finanziaria ed economica, certo, l’aumento straordinario del tasso di disoccupazione e di criminalità, la lenta scomparsa della middle class. È… Read more

Elezioni europee: il vero problema è l’assenza di agonismo nell’Unione
15 gennaio 2014 – 11:07 | Un commento
Elezioni europee: il vero problema è l’assenza di agonismo nell’Unione

L’entrata nel 2014 prospetta in Europa un secondo semestre caratterizzato dalla guida italiana, oltre che la formazione del Parlamento e della Commissione Europea. Tuttavia, gli unici cittadini che sembrano alzare la voce per alimentare il dibattito a questo proposito sono quelli che vorrebbero vedere conclusa l’esperienza europea. Lo scarso spirito propositivo che qualifica i cittadini europei sul piano sovranazionale è allo stesso tempo causa ed effetto dell’assenza di un’alternativa all’attuale leadership europea. La base non… Read more